StraRipa Vacanze in Barca a Vela

Venerdì, 26 Gennaio 2018 13:03

L'ultima volta alle Seychelles

Note di una Vacanza bellissima.
Siamo Partiti da Fiumicino con il volo Emirates per Mahe, dove ci attendevano i colorati aerei dell'Air Seychelles che in soli quindici minuti ci hanno accompagnati direttamente a Praslin, la principale delle incantevoli conchiglie poggiate nel cuore dell'Oceano Indiano.
Dieci minuti in taxi per scorgere tra le palme e le mangrovie gli alberi allineati dei catamarani della Dream Yacht. Il nostro è bellissimo e nuovo, e soprattutto già gonfio della cambusa ordinata da Roma.
Un conciso ma esaustivo briefing all'equipaggio per conoscere il catamarano e le regole di bordo, di navigazione e di sicurezza e siamo pronti a vivere la nostra meritata vacanza.
Pesce fresco per cena in una locanda di Praslin dall'aspetto tropicale, ma dal conto italiano e tutti a dormire; la mattina successiva si salpa.
Svegliati dal profumo della Moka che borbotta ci stiriamo scaldati dal primo sole che entra dagli osteriggi. Latte caldo, tè, tanti Corn Flakes, pane e marmellata, qualcuno dalle origini irlandesi ci mette il burro, qualcuno attento alla linea solo il caffè e pane di Kamut. Ma tutti felici e pronti a recuperare le cime di poppa per lasciare la banchina e muovere verso la prima spiaggia di sabbia bianca.
Seguiamo il canale di uscita lasciandoci a sinistra Ile Ronde per filare l'ancora dopo pochi minuti di navigazione ad Anse Possession. Giornata di completo relax tra tuffi e bagni di sole sulla rete per i primi ritocchi all'abbronzatura, ancora assente per il freddo inverno. Mani aperte a spalmare creme a protezione cinquanta per schermarci dal sole che squarcia l'azzurro del cielo e scalda, fino a trenta gradi, l'aria asciutta delle Seychelles. Il sole cala all'orizzonte mentre Taylor Swift canta Breathe dalle casse nel pozzetto, il barbecue rosola le cosce di pollo per una cena sana accompagnata da riso basmati, verdura locale e una birra ghiacciata. Gli ingredienti delle nostre giornate.
La notte in rada culla i nostri sogni e la mattina arriva un po' più tardi del previsto, il sole è già alto e un tuffo rinfrescante anticipa la colazione. Si salpa per raggiungere, a sole due miglia, le tartarughe giganti di Curieuse Island, testimoni di tre secoli di storia. Se solo potessero parlare.
Trekking fino alla casa del Doctor che curava i lebbrosi portati qui dalle Mauritius, costruita in riva ad una spiaggia di talco bianco ombreggiata da palme e mangrovie in riva al mare.
Tutti a bordo, ancora inclusa, per raggiungere, con sole due miglia, la famosa Anse Lazio, nel nord di Praslin, dove trascorreremo la notte per vivere la stupenda sabbia bianca già dall'alba del terzo giorno. La baia è famosa anche per una scorribanda dello squalo Tigre avvenuta due anni prima e che ha indotto le autorità locali a vigilare la baia per tutto il giorno delimitando una zona protetta per il bagno ai turisti. Trasgrediamo le regole per un veloce tuffo dallo specchio di poppa del catamarano per la tradizionale doccia di fine giornata, provando il brivido dell'improbabile morso fatale. Anche un Iphone sceglie di tuffarsi ma senza risalire. Verrà sostituito a Dubai durante il viaggio di ritorno.
Lasciamo Anse Lazio la mattina del quinto giorno per una veleggiata fino a Ile de Coco, uno straordinario atollo a nord di Ile de la Felicité, ricco di colori sottomarini distribuiti tra coralli, Bird fish, Sergenti maggiori, pesci Farfalla, Razze, Aguglie, pesci Trombetta, Platax, Tartarughe marine che renderanno lo Snorkeling guidato dall'esperta Carmela e la circumnavigazione intorno alla piccola isola, una fonte interminabile di racconti una volta a bordo.
Prima che il sole si avvicini troppo all'orizzonte, dopo averci regalato un'altra stupenda giornata, muoviamo verso la Digue per entrare nello stretto e suggestivo porto dove diamo fondo all'ancora, mentre Luca porta una cima a terra da legare intorno ad una palma e intorno una ragazza indigena che gli dava consigli per il sicuro approdo. Tutti a terra per comprare frutta e verdura e prendere contatto con la fauna locale.
Dopo cena, alcune ragazze della Crew, attratte dalla musica Rockreola, si mischiano ai locali per una notte di speranza, rientrando in barca quando i galli iniziano a cantare e la musica va a dormire. In fondo è sabato sera.
La mattina di domenica tutti in Mountain Bike per raggiungere Grand Anse a sud di La Digue e surfare sulle frangenti onde che si alzano all'improvviso trascinandoci e spalmandoci sulla sabbia esanimi.
Al ritorno sosta in un chioschetto fatiscente, indigeno, pigro e dismesso per una centrifuga di mango, papaya, e un interminabile quantità di frutta sconosciuta. Dopo il primo sorso l'ordine si raddoppia per poi triplicarsi e raggiungere le quattro unità per persona e convincendo ciclisti accaldati a fermarsi convinti dalla nostra vorace e appagata bevuta. Oggi i due indigeni hanno aperto una spa grazie agli introiti delle due ore di inarrestabili ordinazioni.
Si torna in paese, con la pancia gonfia di frutta liquida e vitamine, per un aperitivo al tramonto sul mare, dopo l'ultimo bagno della giornata e torta di compleanno incisa nella sabbia. Un po' di lusso organizzato a spezzare la selvaggia vacanza ci sta sempre, come il cacio sui maccheroni. Così come una boccata di wifi.
Cena in una taverna creola in attesa della notte senza musica ma ricca di sogni e di progetti per il settimo giorno. Le “solite” raccomandate, oramai introdotte nell'ambiente, hanno già stretto accordi con i pescatori per il miglior “pacchetto” di pesce appena pescato. Arriverà alle 10:00 del mattino, prima di salpare per Ile de la Felicité. E così sarà. ma il prezzo del “pacchetto” sarà caro, un barbecue in barca organizzato per la sera dai “mariti” creoli della nostra rappresentanza femminile, rimorchiati tra i fumi della lunga notte del sabato. Ai maschi italiani dell'equipaggio rimarranno solo le lische e il fondo della bottiglia di Takamaka, il rum locale che fa impallidire il Bacardi, rimasto stipato e integro fino al ritorno.
Notte in rada sotto la Luna quasi piena, in attesa di alare l'ancora alle prime luci dell'aurora per raggiungere, in barba ai pirati, la lontana Ile Fregate, un atollo privato e quasi incontaminato, fuori dagli itinerari canonici.
La polizia locale ci assicura che la navigazione sarà tranquilla, ma in caso di emergenza il nostro reparto femminile ha ottenuto una linea rossa dedicata a cui chiamare in caso di attacco dei pirati.
Si salpa alle prime luci dell'alba per evitare la brezza proveniente esattamente dalla nostra rotta. Sarà il destino ma proprio quella mattina la brezza si sveglia prima di noi. Vele e motore per stringere di più il vento e raggiungiamo l'atollo senza incontrare i piccoli motoscafi con grandi motori, pronti ad attaccare il nostro grande, ma lento, catamarano.
Oramai siamo arrivati e nulla più ci fa paura. Diamo fondo davanti ad una spiaggia da sogno circondata da Palme così fitte da non lasciare spazio neanche al passaggio della luce. La sabbia è così fina e bianca da sembrare farina di grano tenero.
Non c'è nessuno. Solo noi, il sole, il mare turchese, qualche tartaruga marina che fa capolino con la testa, il volo di alcune fregate preistoriche a tagliare il cielo azzurro intenso, il silenzio.
Una giornata bellissima in un paradiso che sembra sporcasi anche solo con il nostro respiro.
Questi momenti vanno goduti a pieni polmoni e con una birra ghiacciata.
Nel pomeriggio si torna a vela per raggiungere il reef incastonato tra Ile Ronde e Petit Anse. Diamo fondo in tre metri di acqua. Intorno coralli e pesci. Naturalmente le tartarughe non mancano mai.
Prima del tramonto raggiungiamo un posto più sicuro per la notte, davanti l'ingresso di La Digue.
Si avvicina il primo maggio, così iniziamo a vedere, alla fonda, un numero maggiore di barche. Una flottiglia tedesca, una di Milano, altre miste. Proviamo quasi un senso di inquinamento ma anche di soddisfazione per esserci goduti quei posti incontaminati senza il chiasso di Fregene.
Notte in rada, pronti a fuggire da quel groviglio di catene alle prime luci dell'alba. Rotta verso le isole Grand e Petite Soeur, dove non c'è nessuno. Per fortuna. Snorkeling verso la punta sud dove un reef sfiora la superficie. Di nuovo i colori di tanti pesci riempiono gli animi. Carmela conduce il gruppo in mezzo ai tanti colori indicando i vari tipi di pesci, compresi tre piccoli squali pinna bianca che Alyssa nota solo al passaggio del terzo, quando, prontamente, con due pinnate raggiunge il catamarano. I tre piccoli e innoqui squali ancora si chiedono chi fosse quello strano pesce più veloce di loro. Anche intorno al nostro catamarano si rincorrono i pesci carabiniere, sergenti, Platax rubandosi il cibo a turno. Ma non è la stessa cosa.
Nel pomeriggio nuova veleggiata verso Anse Lazio, per trascorre la notte in rada ed essere più vicini a Ile Cousin, un atollo a ovest di Praslin, istituito a parco marino perché ricco di uccelli anche preistorici, rettili, formazioni rocciose particolari, nidi di tartaruga. Verso l'ora di pranzo si issano di nuovo le vele per fare rotta verso Mahe, per l'ultimo giorno di vacanza.
A poche miglia dalla grande isola si alzano, finalmente, venticinque nodi di vento. L'andatura è di bolina e riduciamo le vele. Navighiamo a otto nodi verso la capitale delle Seychelles. Pieno di carburante e si rientra in Marina per una doccia appagante e per trascorrere tutti insieme l'ultima sera. All'alba del decimo giorno taxi per l'aeroporto e ritorno in Italia. Abbronzati, felici, appagati, rilassati.
Ci vediamo alla prossima. :-)

Pubblicato in Seychelles a Giugno
Lunedì, 30 Gennaio 2017 17:19

Sardegna - Cyclades 50.5

Quest'anno abbiamo scelto le barche con molto anticipo per garantire agli amici di StraRipa una vacanza al Top. Il bellissimo e spazioso Cyclades 50.5 offre ai suoi ospiti una vacanza estremamente comoda con un comfort di ottimo livello senza penalizzare il piacere della performance a vela grazie alla randa full batten. Comodi spazi nelle 4 ampie cabina matrimoniali e in quella a castello, tutte ben rifinite e ricche di accessori. Il cantiere Beneteau, leader nelle imbarcazioni per il charter, garantisce la qualità della struttura e delle attrezzature di bordo. L'ampio e comodo pozzetto permette a tutto l'equipaggio di cenare comodamente intorno al tavolo.

Pubblicato in Sardegna del Sud
Lunedì, 19 Dicembre 2016 15:56

Giugno in Sardegna del Sud

Il Sole sulla pelle, il mare turchese, le spiagge selvagge ed il GIROTONNO, sono gli ingredienti della prossima vacanza STRARIPA, in barca a vela in flottiglia, in occasione del ponte dei SS. Pietro e Paolo di fine Giugno.

Imbarco a Carloforte, la bellissima cittadina di origine genovese, cuore dell'isola di San Pietro. In quei giorni si svolgerà l'evento GIROTONNO 2017, con tantissime iniziative intorno alla straordinaria festa del tonno, caratterisitca di questi luoghi. Durante la settimana toccheremo le bellissime spiagge di Porto Pino, Cala Piombo, Cala Zafferano, Tuarredda, Chia, Cala Domestica, Pan di Zucchero. Visiteremo le miniere di Porto Flavia, mangeremo il porceddu in un caratteristico locale del Sulcis, passeggeremo tra i vicoli e le tonnare di Carloforte.

Tre bellissime barche in flottiglia. Due categoria Lux: OCEANIS 45 e OCEANIS 48 e una categoria standard CYCLADES 50.5.

big_beneteau-oceani-main2016021109441823193.png217846.jpg    Beneteau-Cyclades-50_5_1g.jpg    oceanis45_0357.jpg

Imbarco sabato 24 giugno a Carloforte e sbarco sabato 1 luglio a Cagliari.

Programma di massima:

Sabato transfer dall'aeroporto Elmas di Cagliari per Portovesme da dove raggiungeremo il porto di Carloforte nell'Isola di S.Pietro. Cambusa e imbarco. Cena in un ristorante tipico dove gustare la specialità dell'isola. Serata tra le bancarelle della manifestazione GIROTONNO. Notte in porto. Domenica mattina si salperà verso Pan di Zucchero dove ci ancoreremo a ridosso dell'arco naturale, sotto il faraglione e da dove scenderemo a terra per la visita guidata della Miniera abbandonata di Porto Flavia, esempio di ingegneria italiana. Nel pomeriggio si tornerà verso l'Isola di S.Pietro dove trascorreremo la notte in rada. Lunedì mattina si salperà per una veleggiata verso la straordinaria spiaggia di Porto Pino, rotolandoci dalle dune di sabbia bianca verso il mare turchese. Trascorreremo l'intera giornata tra la spiaggia e la baia incantevole. Notte in rada. Martedì mattina salperemo per scapolare Capo Teulada ed infilarci in una delle spiagge più belle al mondo: Cala Zafferano. La sera entreremo nella Marina di Teulada dove faremo rifornimento di acqua e dove trascorreremo una cena a base di Porceddu in una tipica trattoria del Sulcis. La mattina successiva fileremo ancora di fronte le bianchissime spiagge di Tuarredda, dove trascorreremo, in pieno relax, la giornata e la notte in rada. Giovedì mattina si salperà per la famosissima spiaggia di Chia. Anche qui la sabbia raggiunge dei punti di bianco così intensi da rendere l'acqua del mare completamente trasparente. Venerdì mattina si inizierà l'avvicinamento alla vicina Cagliari, con sosta per il pranzo e gli ultimi tuffi di fronte la spiaggia di Pula. Nel pomeriggio entreremo nel porto di Cagliari. Cena in uno dei buonissimi ristoranti di Cagliari, notte in porto. Sabato mattina sbarco e trasferimento all'aeroporto di Elmas.

Per gli amici che hanno già effettuato una vacanza con StraRipa il costo sarà scontatissimo:

  • Una settimana sul Cyclades 50.5 € 568,00 (anzichè 710,00).
  • Una settimana su  Oceanis 45 o Oceanis 48, categoria Lux, € 590,00 (anzichè 850,00).

COME ARRIVARE SABATO 24 GIUGNO

  • VOLO ALITALIA ROMA FIUMICINO - CAGLIARI ore 8:15 (arrivo 09:15).
  • VOLO ALITALIA ROMA FIUMICINO - CAGLIARI ore 9:30 (arrivo 10:30)PRENOTA
  • VOLO RYANAIR ROMA CIAMPINO - CAGLIARI ore 8:20 (arrivo 9:30). Transfer in pullman (alle 11:00) da ELMAS a CARLOFORTE. PRENOTA
  • Transfer in pullman da ELMAS a CARLOFORTE ore 11:00.

RITORNO SABATO 1 LUGLIO

  • Sbarco a CAGLIARI SABATO MATTINA 1 LUGLIO alle ore 9:00. Transfer in aeroporto per i voli scelti.

E' possibile arrivare a Cagliari anche in nave TIRRENIA da Civitavecchia partendo il venerdì pomeriggio alle ore 15:30, con arrivo alle ore 10.30 a Cagliari. Ritorno sabato pomeriggio 1 luglio alle ore 20:00 con arrivo a Civitavecchia alle ore 8:45 di doemnica 2 luglio.

Pubblicato in Sardegna del Sud
Mercoledì, 27 Gennaio 2016 23:53

Condizioni di Partecipazione

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE 

Accettazione delle condizioni: la partecipazione alle vacanze organizzate da StraRipa e' una libera e individuale scelta di coloro che vi aderiscono e implica l’accettazione delle presenti condizioni di partecipazione, delle regole di flottiglia, delle condizioni economiche e organizzative come di seguito indicate.

Scopo delle Vacanze di StraRipa: le vacanze proposte da StraRipa vengono organizzate, con la formula della partecipazione individuale, allo scopo di offrire l'opportunità, a tutti gli appassionati, di partecipare individualmente e liberamente ad una vacanza e conoscere nuova gente, scoprire il mare, la terra e la natura in genere, accrescere la propria cultura e rispettare l'ambiente.

Obblighi e responsabilità: ogni partecipante alla vacanza, skipper e/o coordinatore compresi, decide liberamente ed in proprio di partecipare alla vacanza, assumendosi per intero qualsiasi rischio e responsabilità per se e per gli altri. Straripa offre esclusivamente l'opportunità di partecipare alla vacanza. I costi di locazione delle barche o di altri mezzi e le spese vive, come la cambusa, i porti, le tasse, gli eventuali danni, la pulizia finale, il carburante, i costi di ingresso a musei e parchi e tutto ciò che verrà acquistato per il gruppo, sono equamente ripartiti tra tutti i partecipanti. Ogni partecipante alla crociera è coperto da un'assicurazione personale (v. condizioni di polizza della specifica vacanza), stipulata e sottoscritta al momento del versamento della quota di ·iscrizione alla vacanza. 
I partecipanti dovranno essere muniti di passaporto individuale o di altro documento valido per tutti i paesi toccati dall’itinerario, nonché dei visti di soggiorno, di transito e dei certificati sanitari che fossero eventualmente richiesti. Straripa non risponde dell’impossibilità di raggiungere il luogo di vacanza da parte del partecipante per nessuna ragione.

Skipper: gli skipper sono dei partecipanti alla vacanza che scelgono di condurre le imbarcazioni e non percepiscono alcun compenso per l'opera prestata che ha esclusivo fine sportivo. Tutti gli skipper sono adeguatamente preparati e posseggono i requisiti di legge necessari per la conduzione delle imbarcazioni da diporto. Sostituiscono la quota di locazione del posto in barca con la conduzione della stessa. Come tutti i partecipanti alla vacanza partecipano alla cassa comune.
 Avendo gli skipper il comando dell’imbarcazione, la responsabilità della sicurezza della barca e dei trasportati, potranno, di volta in volta, assegnare eventuali compiti agli altri partecipanti la vacanza, per garantire la sicurezza nelle manovre e nella conduzione dell’imbarcazione, nonché stabilire i periodi di permanenza in porto o in rada, adottando le misure di sicurezza ritenute opportune, anche in funzione delle condizioni meteo marine. 
I partecipanti alla vacanza dovranno quindi sempre attenersi alle direttive dello skipper.

Coordinatori: i coordinatori delle vacanze Straripa sono dei partecipanti alla vacanza che scelgono di coordinare il gruppo per propria scelta e non percepiscono alcun compenso per l'opera prestata che ha esclusivo fine culturale e sportivo. Tutti i coordinatori sono selezionati da Straripa e adeguatamente preparati. Sostituiscono la quota di partecipazione con il coordinamento del gruppo. Come tutti i partecipanti alla vacanza partecipano alla cassa comune. 
I partecipanti alla vacanza dovranno sempre attenersi alle direttive del Coordinatore.

Iscrizione alla vacanza: per partecipare alle vacanze organizzate da StraRipa è necessario essere iscritti al sito www.straripa.it, accettare lo spirito della vacanza, le regole sociali, le condizioni economiche e la condivisione dei mezzi e degli spazi comuni. Per richiedere l'iscrizione ad una vacanza è necessario accettare le condizioni di partecipazione ed inviare la prenotazione versando l’acconto richiesto entro i termini stabiliti. Ogni vacanza proposta diventa esecutiva solo ed esclusivamente al raggiungimento del minimo di partecipanti previsti ed indicati nella descrizione della vacanza stessa. Nel momento in cui la vacanza diventa esecutiva, entro il termine previsto, il partecipante è tenuto al versamento della quota restante entro i termini stabiliti, previa perdita della quota e del diritto di partecipare alla vacanza. Nel caso in cui la vacanza non diventasse esecutiva entro i termini previsti, il partecipante potrà trasferire l’acconto versato su una data diversa della stessa vacanza o su un’altra vacanza proposta da Straripa. In alternativa, il partecipante potrà richiedere a Straripa la restituzione dell’importo versato come acconto. StraRipa si riserva, a proprio insindacabile giudizio, ogni decisione in merito all’ammissione o meno di ciascun partecipante·alla vacanza. Entro trenta giorni prima dell'inizio della vacanza ogni partecipante è tenuto a versare il saldo della propria quota di partecipazione. Il mancato versamento dell'intera quota di partecipazione entro il termine stabilito farà automaticamente decadere l'iscrizione alla vacanza senza che il partecipante abbia nulla a pretendere, perdendo l’acconto versato. Al momento del saldo della quota dovrà essere versata, se non lo si e' già fatto prima, la quota di iscrizione alla vacanza e della relativa Assicurazione personale.

Disdetta della vacanza: Il partecipante che prenota una vacanza, ai sensi dell’art. 5 del D. Lgs. 15 gennaio 1992 n. 50 (c.d. diritto di ripensamento), ha diritto di annullare la propria prenotazione, senza spese, entro gg. 7 dalla data di invio della scheda di prenotazione al viaggio, mediante telegramma o mail da inviarsi a Straripa srl a condizione che abbia inviato la sua prenotazione con almeno 30 giorni di anticipo sulla data di partenza del viaggio. Se un partecipante dovesse rinunciare al viaggio per motivi personali, o comunque indipendenti da Straripa srl, sarà obbligato al pagamento delle penalità qui di seguito indicate: € 60 sino a 60 giorni prima della partenza del viaggio, 50% della intera quota di partecipazione sino a 30 giorni prima della partenza del viaggio: 75% della intera quota di partecipazione sino a 15 giorni prima della partenza del viaggio. Per rinunce comunicate dopo tale termine sarà comunque dovuta l’intera quota di partecipazione. Il partecipante si obbliga a comunicare la rinuncia a mezzo telegramma o raccomandata. Nessun rimborso della quota di partecipazione versata sarà accordato a chi non si presenterà alla partenza o rinuncerà durante lo svolgimento del viaggio stesso. Così pure, nessun rimborso spetterà a chi non potesse effettuare il viaggio per mancanza o inesattezza dei previsti documenti personali di espatrio. Qualora il partecipante che annulla il viaggio non avesse provveduto al saldo dell’intera quota di partecipazione, sarà comunque obbligato al pagamento delle penalità sopraindicate. Tali penalità si intendono calcolate sulla quota totale di partecipazione.

Sostituzioni del partecipante: Il partecipante che rinunci al viaggio può farsi sostituire a condizione che la relativa comunicazione pervenga a Straripa srl almeno 5 giorni prima dalla partenza ed a patto che tale sostituzione sia possibile. In caso di sostituzione il partecipante rinunciatario ed il sostituto sono solidalmente responsabili per il pagamento della quota di partecipazione a delle eventuali spese supplementari per la sostituzione. in ogni caso, al sostituto si estendono le garanzie e gli obblighi derivanti dalle condizioni di partecipazione al viaggio.

Annullamento del viaggio da parte di StraRipa: StraRipa si riserva la facoltà di annullare la vacanza, di modificarne le date e il prezzo. In caso di annullamento e/o modifica sarà data tempestiva comunicazione ai partecipanti e potrà essere eventualmente loro proposta una soluzione alternativa. StraRipa si impegna, comunque, a restituire interamente ai partecipanti le somme versate fino a quel momento e null’altro sarà più dovuto per qualsiasi titolo o motivo. Straripa srl può annullare il contratto di viaggio quando il numero minimo di partecipanti per l'effettuazione del viaggio stesso non sia raggiunto. In tal caso Straripa si obbliga a dare notizia al partecipante dell’annullamento del viaggio non oltre i dieci giorni lavorativi antecedenti la data di partenza prevista dal programma di viaggio pubblicato sul sito www.straripa.it e si impegna a restituire l’acconto corrisposto dal partecipante all'atto della prenotazione o a girarlo su un’altra vacanza Straripa. Nel caso che la vacanza fosse annullata per motivi di Forza Maggiore e indipendenti dalla volontà di Straripa srl, le quote versate non verranno rimborsate. A tale proposito si specifica che scioperi, avvenimenti bellici, disordini civili e militari, sommosse, saccheggi, atti di terrorismo, calamità naturali, avverse condizioni atmosferiche, problemi tecnici o simili, che possono causare modifiche anche sostanziali al programma di viaggio, costituiscono causa di forza maggiore e non sono imputabili a Straripa srl, nè ai vettori, nè ad altri operatori che partecipano alla organizzazione del viaggio. Straripa srl non è pertanto tenuta a rimborsare amche eventuali spese supplementari sopportate dal partecipante al viaggio, né l'eventuale costo di prestazioni che, per tali cause, venissero meno e non fossero recuperabili. Straripa srl non è responsabile del mancato utilizzo dei servizi prenotati a cause di ritardi o cancellazione di trasporti dei vettori aerei, marittimi o terrestri.

Responsabilità del vettore: Ogni vettore utilizzato per raggiungere il luogo di vacanza è di esclusiva competenza e responsabilità dei partecipanti alla vacanza. StraRipa non è pertanto responsabile del viaggio acquistato per raggiungere i luoghi dove si svolgerà la vacanza, né per qualsiasi motivo impedisse al partecipante di raggiungere il luogo di imbarco. I vettori suggeriti nei programmi pubblicati sul sito www.straripa.it sono indicativi e costituiscono, sulla base delle esperienze raccolte nei precedenti viaggi, un semplice suggerimento non vincolante per il gruppo dei partecipanti al viaggio. Ogni partecipante dovrà scegliere direttamente, tramite i vettori pubblici o privati, i mezzi di trasporto che riterrà di utilizzare, fermo restando che Straripa srl non potrà in alcun modo ritenersi responsabile per eventuali disservizi, mancanze e qualsiasi altro inconveniente possa verificarsi in relazione ai servizi scelti, autonomamente, dagli stessi partecipanti. Ai partecipanti è fatto obbligo di verificare attentamente in loco la sussistenza delle condizioni minime di sicurezza e di praticabilità di ogni servizio scelto in loco, anche nel caso in cui la scelta cada su operatori e/o località suggerite nel programma. Straripa non potrà essere ritenuta responsabile degli incidenti dovuti all’imprudenza di uno o più partecipanti al viaggio. I vettori sono responsabili nei confronti dei viaggiatori limitatamente alla durata del trasporto con i loro mezzi, in conformità a quanto da essi previsto nelle proprie condizioni di trasporto, alle norme IATA e Governative.

Documenti per l’espatrio: nessuna responsabilità compete a Straripa srl per ogni e qualsiasi danno dovesse derivare al viaggiatore per l’impossibilità di iniziare e/o proseguire il viaggio causata dalla mancanza o dalla irregolarità dei prescritti documenti personali di espatrio (come, ad esempio, passaporto, visto consolare, certificato sanitario, vaccinazione, etc.).

Responsabilita' del partecipante: il partecipante alla vacanza accetta espressamente che le imbarcazioni utilizzate siano condotte da un partecipante alla vacanza abilitato alla conduzione di imbarcazioni da diporto (skipper) indicato da Straripa e, in generale, che ogni vacanza sia coordinata da un partecipante indicato da Straripa avente le caratteristiche e le capacità per farlo. Il partecipante è tenuto ad eseguire gli ordini impartiti dallo skipper durante la manovre e le indicazioni impartite del coordinatore durante la vacanza e in occasione del briefing.
 I partecipanti sono responsabili dei danni recati all'imbarcazione e a qualsiasi mezzo e struttura utilizzati durante la vacanza. I partecipanti saranno tenuti a rispondere di tutti i danni che StraRipa dovesse subire in ragione delle inadempienze ai sopraccitati obblighi. I partecipanti dovranno inoltre attenersi all’osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza. 
StraRipa e/o lo skipper e/o il coordinatore si riservano la facoltà, senza nessuna restituzione della quota, di allontanare il partecipante per motivi di igiene, sicurezza e in ogni caso in cui il suo comportamento sia contrario al buon andamento delle attività, disturbi la serenità e l'equilibrio degli altri partecipanti o metta a rischio l’incolumità delle persone, di se stesso o delle attrezzature e dei mezzi locati e utilizzati per lo svolgimento della vacanza.

Utilizzo delle immagini: ogni partecipante alle vacanze organizzate da StraRipa, allo scopo di documentare la propria vacanza con foto e video, si impegna a ritrarre se stesso e gli altri partecipanti senza lederne la dignità. Ogni partecipante aderendo alla vacanza acconsente ad essere ritratto, fotografato e filmato durante la vacanza e che tali immagini possano essere utilizzate ad uso personale dagli altri partecipanti e/o pubblicate da StraRipa srl a ricordo delle vacanze organizzate e a promozione delle stesse.

Mutamenti di programma: il programma s'intende soggetto a cambiamenti. Mutamenti al programma originario potranno essere apportati a discrezione dello skipper e/o del coordinatore in considerazione delle condizioni meteo e/o di sicurezza.

Incidenza dei rischi/interruzione: la vacanza si intende accettata ad ogni evento. Il partecipante si assume i rischi connessi all’interruzione dell’attività dovuta a causa di forza maggiore non dipendente da colpa grave di StraRipa e/o degli skipper (quali, a titolo indicativo e non esaustivo, il guasto dell'imbarcazione, le avverse condizioni atmosferiche, un infortunio occorso allo skipper o ad uno dei partecipanti).

Infortunio: Nell’ipotesi di infortunio occorso ad uno dei partecipanti, lo skipper e/o il coordinatore la vacanza provvederanno ad assicurargli l'assistenza medica ed ospedaliera più vicina. Nel caso il partecipante infortunato non fosse in grado di proseguire il viaggio, questo proseguirà comunque con gli altri partecipanti.

Furto/Danni: Ciascun partecipante e' custode, oltre che dell'imbarcazione e/o dei mezzi utilizzati, anche degli accessori, dei propri oggetti od effetti personali e ne risponde personalmente in caso di furto, smarrimento o danneggiamento. StraRipa non è in alcun modo responsabile degli oggetti personali dei partecipanti.

Assicurazioni: i partecipanti alle vacanze, al momento dell’iscrizione, sottoscriveranno apposita polizza assicurativa infortuni che coprirà le spese mediche in loco ed eventuali rimpatri, se differenti da quelli previsti. Ogni partecipante potrà stipulare personali polizze assicurative per aumentare la copertura. Nel caso di utilizzo di imbarcazioni a vela o motore, queste sono coperte da polizza Casco e R.C. con scoperto di franchigia. Qualsiasi danno procurato alle imbarcazioni, fino al valore della franchigia, sara’ a carico di tutti i partecipanti.

Informativa sul trattamento dei dati personali ex D. Lgs. 196/2003:· Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” si informa che StraRipa, esegue il trattamento con procedure idonee a tutelare la riservatezza. I dati potranno essere utilizzati per la creazione di un archivio al solo scopo di informare sulle iniziative e attività di StraRipa. 
Potrà essere esercitato in ogni momento, ai sensi dell’art. 7 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamento, ecc. inviando una richiesta scritta a: StraRipa, via Enrico Mancini, 14 - 00135 Roma, o tramite posta elettronica all’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Controversie: la soluzione di qualsiasi controversia è devoluta alla competenza del Tribunale di Roma. Modifiche alle condizioni generali di partecipazione ai viaggi.

Per le prenotazioni via Internet, il partecipante prende atto delle modalità e delle condizioni particolari pubblicate nel sito www.straripa.it

Il partecipante dichiara di aver preso attenta visione delle condizioni di Partecipazione e di accettarle.

Pubblicato in Documentazione
Iscriviti alla newsletter
only €50.00

Assicurazione Rinuncia